Cardiologia

La cardiologia è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura (farmacologica e/o invasiva) delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite.
Oltre che della cura delle malattie cardiovascolari, scompenso cardiaco, anomalie del ritmo, il cardiologo si occupa della prevenzione cardiovascolare e della riabilitazione del paziente sottoposto ad intervento di rivascolarizzazione sia esso cardiochirurgico, che di angioplastica percutanea.
Le malattie cardiovascolari sono ancora la prima causa di morte al mondo.

L’ambulatorio di cardiologia del Centro Sanitario San Giovanni offre un accurato inquadramento cardiovascolare mirato a verificare lo stato di salute dell’apparato cardiocircolatorio, sia a scopo preventivo sia curativo. Il cardiologo effettua visite cardiologiche integrate dai principali accertamenti diagnostici necessari, come l’ecocardiogramma color doppler.

Medici
DOTT. COSTA FEDERICO

SERVIZI:

✓  Visita specialistica cardiologica
✓  Ecocardiogramma
  Elettrocardiogramma

DOTT. GEI PAOLO

SERVIZI:

  Visita specialistica
  Ecocardiogramma
  Elettrocardiogramma

DOTT. GORGA ELIO

SERVIZI:

  Visita specialistica cardiologica
  Ecocardiogramma
  Elettrocardiogramma

Approfondimenti
ECOCARDIOGRAMMA

L’ecocardiogramma è un esame che permette al medico di visualizzare le immagini del cuore, queste possono aiutarlo a scoprire se la struttura e la funzionalità del muscolo cardiaco sono normali, o se al contrario c’è qualche problema. Basato sull’impiego degli ultrasuoni (suoni con frequenze elevatissime, non udibili dall’orecchio umano) permette la visualizzazione dell’anatomia cardiaca e lo studio del cuore in azione.

Con l’esame ecocardiografico si può:
1. valutare la funzione ventricolare calcolando le dimensioni delle varie strutture, volume e massa del ventricolo sinistro, funzione sistolica globale (con il calcolo della frazione di eiezione), funzione sistolica dei vari segmenti della parete dei ventricoli; con il doppler è possibile ottenere anche notizie sullo stato emodinamico del cuore, sia nella fase sistolica che diastolica;
2. ottenere valutazioni emodinamiche (informazioni che prima dell’ecocardiografia erano fornite solo dallo studio invasivo con cateterismo cardiaco): volume di gittata e portata cardiaca, gradienti di pressione, areee valvorari, pressioni intracardiache, funzione sistolica e diastolica;
3. valutare le funzioni valvolari quantificando le alterazioni (stenosi, insufficienze) delle valvole cardiache e delle protesi valvolari, le pressioni all’interno di alcune strutture (arteria polmonare), la gittata cardiaca, l’entità dello shunt nelle comunicazioni patologiche tra strutture cardiache;
4. valutare la situazione del miocardio in corso di malattia coronarica mediante l’esame della motilità (cinesi), dello spessore e della qualità parietale. In questo campo, l’ecocardiografia gioca un ruolo importante nella diagnostica delle coronaropatia, nel riconoscimento e trattamento precoce dell’infarto del miocardio e delle sue complicanze, nella stratificazione prognostica dei pazienti postinfartuati, nel follow-up di pazienti sottoposti a procedure di rivascolarizzazione cardiaca chirurgica o con angioplastica.

ELETTROCARDIOGRAMMA

L’elettrocardiogramma (ECG) è il tracciato ottenuto mediante l’elettrocardiografo, consente di rappresentare graficamente l’attività elettrica cardiaca durante la fase di contrazione (sistole) e di rilasciamento (diastole) degli atri e dei ventricoli.
Il principio su cui si basa la misurazione dell’attività elettrica del cuore è prettamente fisiologico: l’insorgere degli impulsi nel miocardio porta alla generazione di differenze di potenziale, che variano nello spazio e nel tempo e che possono essere registrate tramite degli elettrodi. La registrazione della differenza di potenziale da parte di elettrodi posti sulla superficie corporea avviene grazie alla conducibilità dei liquidi interstiziali del corpo umano. Il tracciato elettrocardiografico rappresenta il metodo più facile, meno dispendioso e più pratico per osservare se l’attività elettrica del cuore è normale oppure se sono presenti patologie di natura meccanica o bioelettrica. Il normale tracciato ECG presenta un aspetto caratteristico che varia soltanto in presenza di problemi. Il tracciato è caratterizzato da diversi tratti denominati onde, positive e negative, che si ripetono ad ogni ciclo cardiaco.

Richiedi Informazioni